Monumenti Aperti 2017 arriva a Quartu | Best Western Hotel Italia

Best Western Hotel Residence Italia

prenota ora
Miglior tariffa internet garantita
Prenota subito al miglior prezzo.

Monumenti Aperti 2017 arriva a Quartu: appuntamento il 27 e 28 maggio

15052017

Tra spiagge mozzafiato, storia, cultura e paesaggio: ecco perchè visitare la terza città della Sardegna, Quartu Sant'Elena!

Durante il week end del 27 e 28 maggio, la città di Quartu Sant'Elena, ospiterà la Manifestazione di Monumenti Aperti, una vera e propria festa della cultura, che permette di scoprire le ricchezze del patrimonio locale.

 

La città di Quartu è conosciuta principalmente per le sue spiagge mozzafiato (26 km di litorale): dal Poetto, famosissima spiaggia cittadina che unisce la città al capoluogo cagliaritano, sino a Mari Pintau, Murtaucci e Kal'e Moru. Spiagge incantevoli per il suggestivo paesaggio naturalistico che si fregiano della Bandiera Blu, importante riconoscimento legato alla qualità delle acque e dei servizi turistici offerti, come il delizioso porticciolo di Marina di Capitana, sicuro e attrezzato approdo per imbarcazioni da diporto. Sono diverse le calette che si incontrano lungo la strada provinciale che porta a Villasimius, piccoli gioielli incastonati in un paesaggio di notevole interesse paesaggistico, tra le catene montuose e la macchia mediterranea che caratterizza la costa sud orientale, come le spiagge di Geremeas, Is Mortorius e Cala Regina.

 

Ma Quartu non è solo mare. È storia e cultura. Numerosi sono infatti i nuraghi dislocati nel territorio comunale, quasi tutti costruiti a guardia dei passi in direzione del mare. Numerose sono anche le testimoniante risalenti al periodo dei Fenici, dei Romani e dei Bizantini, attratti proprio dalle coste. Il centro storico della città, invece, è imputabile al periodo medievale.

 

Altro importante aspetto non trascurabile, che rende la cittadina unica nel suo genere, è la fortuna di trovarsi al centro di un sistema integrato di parchi che rende il suo territorio ricco di attrattive ambientali e naturalistiche. Il primo di tutti che merita una menzione speciale è lo Stagno di Molentargius, lungo le cui rive si affaccia la città. Lo Stagno, che comprende una parte del Poetto e le Ex Saline di Stato, oggi dismesse, è diventata una importantissima zona umida protetta nella quale nidificano specie rarissime di uccelli. In particolare, dal 1993 è presente una colonia di fenicotteri rosa (la cui nidificazione è osservabile più o meno intorno a questo periodo, tra aprile e maggio). È meta ideale per chi ama il birdwatching, per appassionati di fotografia che non di rado incontrano uccelli come l’Avocetta, il Cavaliere d’Italia, il Pollo Sultano, l’Airone Cenerino, la Garzetta, il Falco di Palude, persino un Pellicano solitario e altre rare specie migratorie.

 

L’entroterra montano della città fa parte inoltre del Parco dei Sette Fratelli, un’area ricca di foreste caratterizzate da sorgenti, cascate, dirupi, sculture naturali in granito, macchia mediterranea. Luogo ideale per passeggiate, escursioni, trekking e avventure emozionanti alla ricerca del rarissimo cervo sardo, che vive ancora in quei luoghi, così come il cinghiale.

 

Insomma, Monumenti Aperti 2017 è l'occasione giusta per visitare la città!

 

Non perdetevi questa occasione e venite a trovarci nei giorni del 27 e 28 maggio!

 

E se non sapete dove alloggiare, beh, qualche idea sapremo darvela!

 

Per avere informazioni sul programma e sui monumenti visitabili, consultate il sito ufficiale di Monumenti Aperti

Iscriviti alla nostra newsletter!